Ti trovi in: La Fondazione / Chi siamo
CHI SIAMO
La Fondazione Bergamo nella storia è stata creata nel 2002 con l'intento di proteggere, valorizzare e comunicare in forme nuove il patrimonio storico e l’identità del territorio bergamasco.
La fondazione custodisce e apre ai cittadini alcuni tra i luoghi più significativi della città:
  • il Convento di San Francesco, dove la fondazione ha la sua sede con un ampio spazio espositivo per le mostre temporanee;
  • il Palazzo del Podestà, con il Museo dell’età veneta e il Campanone in Piazza Vecchia;
  • la Rocca, che ospita la sezione del Museo storico dedicata all’Ottocento;
  • il Museo Donizettiano;
  • la Torre dei caduti nel centro piacentiniano.
Il principale progetto della fondazione è il Museo storico della Città di Bergamo, che racconta l’evoluzione del territorio e della società nei secoli dal punto di vista politico, economico, sociale e culturale.
Di questo percorso sono già stati realizzati la Sezione dell’età veneta nel Palazzo del Podestà e la Sezione ottocentesca nella Rocca. Una tappa di avvicinamento possono essere considerate anche le numerose mostre organizzate.

La fondazione promuove attività di ricerca scientifica riguardante il territorio, segue e fa conoscere al pubblico il dibattito scientifico nazionale e internazionale. Pubblica i “Quaderni del Museo storico di Bergamo” e la rivista “Museo & Storia”.

La Fondazione Bergamo nella storia ha sviluppato con particolare costanza e impegno l’area dei servizi educativi e la presenza attiva nelle reti museali.

Nel corso degli ultimi anni la fondazione ha investito risorse importanti nello sviluppo di sistemi informativi e nell’applicazione di nuovi linguaggi digitali e multimediali che hanno migliorato l’attività del museo, reso più efficace la comunicazione e messo a disposizione degli utenti servizi/informazioni/fonti in modo agile, veloce e puntuale.
Ricordiamo soltanto “Per filo e per segni”, prima mostra interamente multimediale realizzata a Bergamo, la georeferenziazione dei catasti storici e la collaborazione con il Comune nell’attivare un sistema gratuito di navigazione wi-fi nei principali luoghi della città.
Quidlife.it